Come ORGANIZZARE UNA FESTA con o senza luci stroboscopiche


Ti sei mai chiesto come fare per organizzare una bella festa o evento?

Festa con luci strobo

Allora, certi step sono imprescindibili e te ne parlo in questa pagina.

Innanzitutto, tranquillo/a! Tutto può essere fatto in maniera stimolante e appassionante. Tieni sempre a mente il divertimento per i tuoi invitati e la tua soddisfazione per te stesso/a.

Alcuni dei consigli qui di seguito non sono essenziali 100% alla riuscita della tua festa, ma ne aiuteranno la riuscita.

Pronti? Via!


1. COSA e COME?

Allora, che tipo di festa sarà? Rimpatriata con amici o compagni? Festa di laurea? Di compleanno? Coi parenti anziani? Ecco, in quest’ultimo caso lascia stare e cambia sito 🙂

Puoi pensare di fare una festa a tema. Alcuni consigli e considerazioni:

  • Una festa a tema richiamerà più interesse da parte della gente di una festa “normale”.
  • Scegli un tema “cool” ma che non dia problemi di vestiario a nessuno. Che ne so, tema Agrumi: tutti devono indossare almeno un capo arancione o giallo. Ho sparato una cavolata, ma hai capito. Il tipico tema Festa Anni ’60 (o tutte le decadi fino ai ’90) si sposa benissimo con le strobo, che in quei decenni giustamente spopolavano.
  • Un’idea simpatica per feste tra giovani è quella della festa semaforo. Per farla devi avere molti invitati e di vario tipo (almeno una cinquantina direi), sennò la gente si sentirebbe osservata: fai mettere una T-shirt Rossa a chi è impegnato, Verde a chi è single e Gialla a quelli che…”è complicato”. Con questo tema, consiglio poca luce complessiva (meglio una penombra) e strobo a go-go! Nessuno deve provare l’imbarazzo di sentirsi giudicato, ricordalo… Al posto delle T-shirt, dei braccialetti colorati fluorescenti verdi, gialli e rossi possono risultare economici e meno invasivi…Le persone i sentirebbero meno timide 😉 Compra un bel po’ di braccialetti, costano poco. Magari chiedi pochi euro ad ogni invitato come contributo spese o meglio come “Ingresso alla festa” o qualcosa del genere. Questi termini fan più “esclusivo” e generano più voglia di partecipare.

2. DOVE?

La location è essenziale per il successo della festa. Quattro idee possono essere:

Luci strobo che spaccano

  • A casa tua, se hai una stanza sufficientemente grande e dei vicini che non protestano troppo.
  • Nell’aula polifunzionale del paese, se esiste e se sei molto giovane oppure se sei un genitore che organizza una festa per il figlio.
  • In una stanza a noleggio per una sera, in un discobar o in una discoteca, se ce n’è una di libera. Prova a dare un occhio su internet scrivendo il nome della tua città. La cosa ti potrebbe costare dai 300 ai 3000 euro, a seconda della location e del numero di invitati. Anche gratis se sei amico del proprietario 🙂 Un DJ ti può costare sui 50 euro l’ora.
  • All’aperto in un cortile di campagna, meteo permettendo.

Se hai uno spazio tuo o prestato da qualcuno, usa luci adeguate (sei nel giusto sito), casse adeguate e un computer con un controller DMX (ma anche solo computer). Così sei più che a posto per una gran serata. E puoi usare l’attrezzatura per più e più feste, tue o di amici, senza stare a spendere ogni volta da zero.


3. CON CHI?

Al tipo di invitati avrai già pensato, ma ora li devi informare ed invitare. Tre consigli al volo:

Whatsapp

  • Apri un gruppo in Whatsapp con una bella immagine di festa presa da Google Immagini e invitaci tutti quelli che vorresti alla tua festa. Puoi anche usare Facebook, le possibilità qui sono mille. Fallo circa un mese prima o almeno due settimane, tieniti largo.
  • Invita più persone di quelle che hai in mente: un tot non verranno, devi compensare.
  • Sii chiaro riguardo il poter invitare anche amici di amici o no. Questo potrebbe anche raddoppiare le persone invitate.
  • Evita le persone un po’ troppo pessimiste o asociali…a meno che non siano tue grandi amiche.
  • Scrivi che vorresti organizzare una festa di tipo bla bla, in data bla bla. Chiedi apertamente idee per la festa ai tuoi invitati su cibo, musica, ecc e chiedi chi può essere libero nella data a cui hai pensato. Puoi anche chiedere pareri sul dove farla se ancora non hai scelto. Se coinvolgi le persone, queste saranno più contente di venire. Sii aperto a cambiamenti per accontentare un po’ tutti.
  • Sii chiaro riguardo il tipo di festa: non potrai mai conciliare la richiesta di musica classica con quella di musica techno o Rap…
  • Un consiglio: non chiarire TUTTO ai tuoi invitati. Lascia alcuni dettagli, magari di luce o arredamento, come sorpresa.
  • Dopo circa una settimana di commenti vari, proponi apertamente luogo, eventuale tema e data. Vedi cosa dice la gente. Tendenzialmente, chi era in forse ora si convincerà.
  • Manda gli inviti definitivi per SMS, Facebook, Whatsapp, Google…come vuoi, basta che usi lo stesso canale un po’ per tutti così da essere più rapido.

4. PLAYLIST e MUSICA

Music playlist

  • Bene, qualche idea l’hai già raccolta, ora metti nero su bianco i brani, cerca di coprire almeno 1 ora e mezza. Tanti brani li potrai ripetere a distanza di tempo, nessuno ci farà caso particolarmente e, anzi, molti gradiranno risentire il pezzo preferito. Così già avresti coperto 3 ore. Stiamo parlando di circa una trentina di brani.
  • PC? PC più centralina di controllo luci/audio? Vedi tu quanto sei disposto a spendere o a controllare durante la festa, quanto grande è il posto, che attrezzatura hai già, ecc ecc. In questi sito qualche consiglio te lo do, ma meglio se chiedi anche consiglio a qualche amico che l’ha già fatto ed è più “tecnico” di te.
  • Magari i brani più soft falli andare all’inizio, quando la gente si incontra, parla, deve ancora ingranare e i brani più scatenati dopo, quando la gente vorrà solo ballare e scatenarsi.
  • Consiglio: musica alta, ma non da spaccare i timpani. A dirla tutta, meglio un volume un po’ più basso a inizio serata e poi via via a crescere (il contrario invece per le luci!).
  • Attenzione: se sei in uno spazio pubblico o vicino ad uno spazio pubblico frequentato da persone, dovresti informarti presso il Comune se devi chiedere un’autorizzazione speciale. Fallo almeno due settimane prima della festa e non ci dovrebbero essere problemi. Magari non devi fare nulla. Se avrai dei costi, beh, puoi contarli nell’Ingresso alla festa che farai pagare. 😉

5. ALLESTIMENTO E DECORAZIONE

  • Brevemente. Lampadari, mobili, tappeti suppellettili… cose di valore — > VIA! O almeno nascondili, proteggili, portali in uno sgabuzzino, in soffitta, in cantina ecc. Ovviamente dipende dal tipo di festa e dalla location.Allestimento festa mirrorball
  • Eeee ci siamo! Entrano in gioco le luci 🙂 Te ne parlo più approfonditamente a parte.
  • Vuoi vedere persone sudate, bagnate e contente? Giovani in estasi? Sentire grida di sorpresa? Allora puoi pensare di procurarti una macchina del fumo, che è un oggetto per me assurdo, ma molti ne vanno matti 🙂 Ammetto, anch’io ne andavo matto qualche anno fa. Del resto, pensa a una tipica festa disco, che effetti ti immagini? Io mi immagino luci, musica e fumo. Se organizzi molte feste, o pensi di prestare/noleggiare questa macchina in seguito, il costo è abbastanza basso. C’è gente che noleggia una macchina del fumo per feste a 30-40 euro a serata…se fai due conti, vedi che ti conviene. Allora, se vuoi una macchina con potenza da discoteca, ==> guarda QUI. Se ne vuoi una ottima per piccoly party e che costi meno invece ==> guarda QUI. Per fare il fumo, devi ricaricare con questo liquido, che ti basterà per 4-5 feste di varie ore ciascuna. Te lo consiglio rosa perchè fa più colore e alle ragazze piace, ma lo trovi giallo o bianco. Puoi cercare una ricarica con colori diversi. PS: non sparare il fumo direttamente su computer o su oggetti elettronici costosi, perchè si possono rovinare.
  • Cosa c’è di importante quanto le luci? L’audio! Il mondo audio non è l’oggetto di questo sito. Per completezza, però, ti rimando alle migliori casse audio portatili per rapporto qualità-prezzo che tu possa trovare in rete. La miglior cassa audio per te dipende dallo spazio che devi sonorizzare. Non sto a descriverti le varie casse, perchè questo sito si chiama Luci-strobo.com. Puoi chiedere al tuo famoso amico esperto, che ti consiglierà per il tuo caso specifico, e/o guardare direttamente le recensioni su Amazon o altri siti. Anche un minimo di “occhio” può essere sufficiente.
  • Esistono una marea di altri accessori utili per migliorare la sensazione di festa. Uno a me caro è la palla specchiata. Poi lucine LED che pendono dall’altro, striscioline di carta stagnola, lenzuola con disegni o scritte appese alle pareti a mo’ di striscione. No carta però: potrebbe incendiarsi. Il fuoco la gente lo deve sentire solo dentro (ok, battuta pessima, ma scherzi a parte, evita più che puoi cose incendiabili).

6. SPAZI ALTERNATIVI

Toilette simpatica

  • Non tutti amano ballare e scatenarsi: cerca di riservare degli spazi o almeno delle sedie o dei divanetti per coloro che non siano molto propensi a spaccarsi sulla pista con luci e suoni.
  • Se sei in una casa, puoi predisporre un’intera stanza a parte per conversazione e/o giochi con Playstation, Xbox, ecc.
  • A seconda della situazione “logistica”, puoi appendere alcuni fogli con indicazioni, es. “Vietato l’ingresso”, “Toilette”, “Guardaroba in fondo a destra”, ecc. Stampali a colori con immagini simpatiche dopo averli fatti con Paint o Word: saranno più cool. Non perderci troppo tempo, lascia stare l’arte: basta che nell’immediato risultino simpatici.

Ah, se non l’avessi già detto, chiaramente ogni consiglio va contestualizzato al tipo di festa.


7. CIBO e BEVANDE

Do per scontato che tu faccia trovare ai tuoi ospiti del “cibo da festa”.

Dipende sempre dal tipo di festa che organizzi, bla bla bla.

Sbizzarrisciti. Per stare sul classico: torte salate, patatine, pop-corn, dolci, bevande gassate…è una festa dopotutto, basta che non mangi così ogni giorno.

Qualche consiglio per food & drink.

  • “Ma la gente deve anche aperitiveggiare/cenare alla mia festa oppure deve solo divertirsi e stare in compagnia?” Fatti la domanda. Datti una risposta. Agisci di conseguenza.
  • Campanello d’allarme! Non tutti sono onnivori. Puoi preparare su una tavola un angolo veg e un angolo gluten-free (per celiaci). Consiglio: navigando sul web, troverai un sacco di ricette sfiziose gluten-free o veg, quindi puoi anche direttamente preparare solo questi tipi di cibo, tanto un po’ tutti lo apprezzeranno.
  • Informati sulle allergie che qualcuno può avere, magari all’inizio quando messaggi sulla chat della festa, ed elenca su un foglio da appendere al tavolo gli allergeni principali usati in cucina e quelli che trovi nelle confezioni dei vari cibi. Questo è difficile, lo so: fai il possibile, chi sa di avere allergie starà attento a sua volta, poi veditela tu.
  • Non preparare solo alcol: anche bevande analcoliche! Metti a disposizione anche una strana bevanda misteriosa e poco costosa.  L’acqua O.O  Sai che spesso alle feste non la vedo!?
  • Quantità. Per capire quanta roba mettere a disposizione, usa semplici ragionamenti approssimati. Esempi. Mezza bottiglia di bevanda analcolica a persona, 2 fette di torta salata a persona, 2 fette di dolce a persona, 1/3 di sacchetto di patatine a persona. Fai tu i tuoi conti, conosci meglio gli invitati. Considera che ciò che è in più verrà forse buttato. Se è circa giusto, da qualcuno verrà finito.
  • Puoi chiedere alle persone che portino loro del cibo e organizzare in anticipo. Se fai pagare un ingresso, però, organizza tutto tu: quando uno paga, tanto o poco, vuole che tutto sia a posto. Metti i costi dentro il prezzo d’ingresso, più un piccolo margine così qualcosa ci guadagni. Non dire che ci guadagni (d’altronde, dai, 50 euro te li meriterai per tutta sta fatica).
  • Assicurati dell’età degli invitati per quanto riguarda il servire alcolici: ora, nel 2017, minimo 16 anni. Attenzione in ogni caso. Qui trovi un TESTER PER L’ALCOL…Necessario 100% ad una festa? No, però sai…io ne prenderei 2-3 per non restare senza.
  • Se lo spazio è tuo o devi risponderne, predisponi adeguati cestini per la spazzatura, meglio se colorati e con un grande foglio che indichi: PLASTICA, VETRO, CARTA, UMIDO, ecc. Ovviamente vicino a dov’è il cibo e non al centro della sala. Qualcosa del genere. Questo ti toglierà molto lavoro alla fine 😉 Come detto in altri punti, NON devi buttare via questi oggetti dopo la festa: li puoi riutilizzare tante altre volte!
  • Tu non bere troppo. Sei l’organizzatore. Fai bere gli altri. Se sei un ragazzo, le altre. Non esagerare mai.

8. SICUREZZA!

Organizzare feste - SecurityA questo non pensa quasi mai nessuno: male!

Allora, non voglio allarmarti ricordandoti fatti tragici che capitano ogni settimana in giro per il mondo, ma, sai com’è, dovere di cronaca. Dopotutto potresti ringraziarmi se ti troverai in un’emergenza, quindi non saltare questo capitolo.

Questi consigli sono validi sempre e comunque, poi fai tu.

  • Procurati almeno un estintore, da tenere un po’ nascosto ma pur sempre a portata di mano. Ora gli estintori per casa o ufficio sono abbastanza economici e in molti luoghi sono pure obbligatori. Vedi tu se questa sicurezza possa valere poche decine di euro. Mal che vada, uno poi te lo tieni a casa.
  • Procurati una valigetta di primo soccorso. Anche questa costa poco per i problemi che ti può togliere e la puoi usare anche in molte altre situazioni. È anche obbligatoria in macchina se vuoi circolare in alcuni stati.
  • Nel dubbio non usare medicinali, a meno che non sia necessario al 100%. No aspirina abbinata all’alcol, ad esempio.
  • Assicurati che un paio di persone alla festa conoscano le mosse basilari di primo soccorso. Festa a parte, meglio se ti fai una cultura sul primo soccorso. Ho visto coi miei occhi una persona che stava per soffocarsi con un nocciolo di albicocca, salvata con una manovra da una persona competente che gliel’ha fatto sputare. Ecco, se sei pigro/a, immagina di essere l’eroe/ina che salva una persona.
  • Assicurati che ci siano uscite o percorsi di sicurezza in evidenza, anche se sei in una casa. Fatti questa domanda: “In una situazione di panico, capirei in maniera VELOCE, INTUITIVA e SCONTATA dove andare?”. Predisponi di conseguenza. Non serve dedicarci molto tempo, solo qualche piccola accortezza, come un cartello in una zona visibile, delle stringhe luminose, un pannello per l’uscita illuminato, lasciare un foglio appeso da qualche parte, informare le persone sul percorso principale. In luoghi già predisposti come le discoteche le indicazioni sono obbligatorie, ma tu controlla che ci siano.
  • Assicurati di avere comode delle luci portatili di emergenza…strobo o non 🙂 Non si sa mai, magari tolgono la luce.
  • Dove metti estintore, luci di emergenza ecc, magari applica un piccolissima e innocua lucetta che si accende da sola al buio, così da poter trovare tutto in caso di necessità.

Puoi anche non fare nulla di tutto ciò, ma a tuo rischio. La probabilità sarebbe dalla tua parte, ma la sfortuna ci vede bene. Tutto può essere riutilizzato in altre occasioni o tenuto, quindi il costo puoi pensare che sia zero.


9. PULIZIA DOPO LA FESTA

Mocio scopa paletta

Mentre la pulizia pre-festa la diamo per scontata (giusto??), nel dopo-festa eheh…c’è poco da commentare.

Vai di mocio per assorbire i liquidi, poi di aspirapolvere e infine lava.

Se non hai un aspirapolvere che sia  efficiente e facile da pulire, ti consiglio di prendertene uno: può essere utilissimo anche nella vita di tutti i giorni. È un investimento, non una spesa. Magari prendine uno che vada bene anche per i liquidi, così eviti fatica e tempo persi col mocio.

==> Io ho preso a prestito da mio papà questo aspirapolvere multi-uso. Non lo rivedrà.

Anche questo lo puoi usare a casa, per abbreviare di molto i tempi di pulizia.


E ORA… COMPLIMENTI! Se hai avuto la voglia – e la pazienza – di arrivare fino a qui, hai pressochè tutto sott’occhio per organizzare la tua festina o festona.

Aggiungere al Carrello Amazon o ai tuoi Preferiti alcuni strumenti, accessori o oggeti consigliati in questa pagina ti aiuterà a non perdere tempo più avanti. Di nuovo, non serve che tu segua tutti i miei consigli, ma più li seguirai, più sarà probabile che la tua festa riesca bene con ammirazione dei tuoi invitati.

Ti auguro una festa memorabile, piena di divertimento, balli, risate e spensieratezza.

Ciao!

Jack


 

Ti potrebbero interessare anche:

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail