Luci STROBO PER BICI


ALCUNI CONSIGLI PER SCEGLIERE LA LUCE LED PER BICI ADATTA A TE

In sella dunque!

Ti è mai capitato di dover macinare km in bici di sera per poter tornare a casa?

Segnali bici lampeggiante

A me capita spesso dal momento che fare bici è un mio hobby ed esco volutamente anche di notte, per approfittare del fresco notturno e respirare un’aria più pulita.

Avere delle luci affidabili è fondamentale ed è pure semplice.

Basta installare una luce davanti alla bici e una dietro. Io ne tengo anche una di riserva, così se una si brucia mentre pedalo non ho alcun problema. Meglio prevenire, giusto?

Perchè le luci strobo su una bici?

Beh, sicuramente segnalare la tua presenza in maniera efficace!

I guidatori fanno fatica a notare una piccola luce costante, rischiando di vederla all’ultimo momento, con conseguenze talvolta tragiche.

Una luce lampeggiante ti rende visibile e a decine di metri!

Oltretutto, il suo flash si riflette su eventuali catarifrangenti o cartelli posti a lato della strada, potenziando l’effetto di segnalazione: avresti così una strada intera che lampeggia dolcemente segnalando ad eventuali automobilisti distratti la tua presenza.

Del resto, lo strobo è molto rapido in relazione alla velocità di una bicicletta: vedrai perfettamente dove stai andando, senza rischi, nonostante i brevissimi momenti di buio tra un flash e l’altro.


FAQ

A: Queste luci lampeggianti possono lampeggiare e basta?

B: No. Le luci per bici possono solitamente illuminare sia in maniera continua che strobo (ti consiglio caldamente di usare la modalità strobo di notte, specie se sei fuori città).

Nel 99% delle luci in commercio basta premere un tastino più volte per passare dalla luce continua al flash veloce, per poi passare al flash lento, ed infine allo spegnimento, per poi ricominciare da capo. Poi, ogni luce può avere più o meno funzioni.

Un funzionamento simile si ritrova, perlomeno, nella maggior parte delle luci da bicicletta.

A: Di che colore prendere le luci?

B: La soluzione che va per la maggiore è quella di installare una bianca davanti, per illuminare in maniera chiara il percorso, ed una rossa dietro, come segnale per i veicoli che ti arrivano dalle spalle. Ti consiglierei alcuni modelli che possano assumere entrambi i colori, (trovi dei link poco più sotto, se te ne servono).

A: Qual è la potenza ideale di queste luci?

B: Semplificando la cosa, la “potenza” della luce si misura in lumen (abbreviato come lm e a volte lmn).

Ti prego, non scendere mai sotto i 200 lumen: prendilo come minimo sindacale. Circa 500 lumen sono ok per la visibilità: vedrai tutto bene fino a 10 m e sarai visibile da molto più distante. 1000 lm cominciano ad essere tanti secondo me. Del resto, non vorrai mica accecare gli automobilisti, giusto?

A: Impermeabilità?

B: Ovviamente, le luci per bici dovrebbero essere impermeabili. Meglio se sono luci per bicicletta ricaricabili con USB. Altrimenti, puoi optare per un modello di luci a batteria per bici.

Ognuno dei modelli appena consigliato consiste di due luci, come anticipato: il bianco davanti e il rosso dietro.

Se prendi un modello a batteria, procurati anche batterie ricaricabili, ti conviene. Cerca un attimo su Amazon e troverai subito sia le batterie che ti servono (AAA immagino, ma controlla quali luci userà la tua luce, perchè anche le AA sono molto comuni) e dato che ci sei anche un carica-batterie. Tutte queste luci sono a LED, quindi hanno una durata di vita lunghissima. Il rischio che si brucino è tra l’altro molto molto basso.

A: Come faccio a fissarle sulla bici?

B: Niente di che, solitamente a mano o con un cacciavite che avrai in casa. Fissale strette per evitare che con buche o altro si inclinino e non illuminino più efficacemente.

Se hai una luce bianca davanti molto potente, attento a non metterla troppo orizzontale, perchè rischieresti di accecare gli automobilisti. Se è troppo verso il basso però rischi di non vedere distante. 🙂

Non farti problemi per il rosso: è bene che chi arriva da dietro la veda molto bene e comunque non acceca.


E a te, servono per caso delle luci per bicicletta efficienti, complete, potenti ed economiche?

Se sì, ti consiglio quelli che secondo me sono i migliori modelli, proprio qui sotto.


==> KIT LUCI PER BICI, RICARICABILE con USB.

LED bici potente catarifrangente ricarica USB

Qualche cosa da dire su questo speficico KIT LUCI PER BICI, al volo:

  • 400 lumen la luce bianca davanti, per illuminare, e 15 la rossa dietro, per segnalare senza accecare.
  • Kit luci impermeabile, quindi adatto a pioggia e nebbia.
  • Luci che si accendono in automatico quando c’è movimento e si spengono quando ferme per più di 1 minuto.
  • Si ricarica con un cavetto USB in dotazione, anche collegandolo al computer, ci vogliono dalle 2 alle 4 ore.
  • Una carica dura dalle 4 alle 16 ore, a seconda di potenza e modalità selezionate.
  • Strobo possibile sia sulla luce davanti che su quella dietro.

Con questo kit, monti in sella in sicurezza.

Compralo QUI.

 


==> KIT LUCI PER BICI, a BATTERIA.

Luce LED bici alta potenza bianca rossa-min

Due parole anche su quest’altro KIT LUCI PER BICI:

  • Lo zoom della torcia LED è regolabile.
  • Non ti serve nessuno strumento per installarlo, ha una vita incorporata che basta stringere.
  • Ha le prime batterie incluse, poi però dovrai comprarne altre quando si scaricano, magari ricaricabili come ti consigliavo prima.
  • Puoi staccare la luce principale e usarla coma torcia a mano, cosa molto utile se devi fermare la bici per qualsiasi ragione e guardare in giro (Hai perso qualcosa per strada? Hai bucato? Vuoi vedere un barbagianni appollaiato su un ramo?)

Globalmente io preferisco il kit ricaricabile di prima, ma scegli tu il modello migliore per te, questi sono entrambi ottimi per qualità-prezzo. Avere una piccola torcia staccabile e utilizzabile può essere utile.

Compralo QUI.

 


Ruota della bici bucata: che fare?

Beh, bucare la ruota di una bici è un evento rarissimo, ma se sei interessato a prevenire, qui facciamo due parole a riguardo. A me è capitato solo 1 volta in 10 anni di lunghe biciclettate e di giorno, per giunta. Ad ogni modo, potrebbe esserti utile tenere un kit di riparazione di pneumatici per bici. Te ne consiglio uno buono ed economico che metterà una toppa al tuo pneumatico, permettendoti di arrivare fino a casa.

Prendine uno QUI…

Il kit puoi tenerelo dentro una tasca da bici sotto la sella oppure dentro un tuo zaino. Il kit include gli attrezzini che ti servono per smontare la ruota. Dovrai togliere il copertone e la camera d’aria bucata che c’è dentro il copertone: si fa tramite leve fatte apposta che somigliano a delle piccole spatole, poi si rimette tutto a posto quando hai riparato la camera d’aria e si rigonfia con la pompetta.

Se hai già riparato uno pneumatico di bici, secondo me ti ci vorrà un’oretta per ripararlo, meno se sei bravo. Ti sconsiglio di imparare a farlo direttamente quando ne avrai bisogno.

Ti servirà sicuramente una luce da puntare nella tua piccola zona di lavoro, per cui ti consiglio di avere con te una torcia portatile o meglio ancora una luce frontale a LED, per avere le mani libere.

Se non hai mai riparato una ruota bucata di bici, guarda il brevissimo tutorial nel video sotto. Il video non ti dice come fare a sfilare camera d’aria e copertone, ma quello potrai capirlo da te: basta fare leva con le spatoline su tutto il perimetro della ruota una volta che l’hai separata dalla bici in qualche modo.

Video Youtube by Morelli Maurizio.


Ah, ti servirà anche una pompetta per rigonfiare il pneumatico della bici appena riparato. Ne avrai già una, se però non è così, ne trovi una QUI.


Buone biciclettate in sicurezza!

Jack


 

Forse ti potrebbero interessare anche:

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail